Lo stile della casa Come si vive al Piz Meda

Benvenuti

Cari ospiti,

le parrocchie di Fiumicino e di San Mauro Vescovo si sono dotate di questa struttura montana per offrire, in estate ed in inverno, la possibilità di un periodo di vita fraterna e di sereno e gioioso riposo.

Anche questa casa è “Parrocchia”. Gli obiettivi e le ragioni che ci accomunano il sentire, gli intenti e le azioni della vita in parrocchia, rimangono validi e “normativi” anche nella casa in montagna. Per questo diciamo che il Piz Meda è una casa parrocchiale. Il clima e lo stile della casa non sono ricalcati sul modello dell’albergo, ma su quello della nostra casa domestica.

DSCN3164

Appartiene a te che vi entri, perché ti viene affidata per tutto il tempo in cui vi rimani. Ne sei responsabile, come di una casa da custodire e migliorare. Ognuno è libero nelle proprie scelte, ma venire al Piz Meda significa essere sollecitati ad integrarsi con tutti i presenti, per costruire insieme un clima di fraternità ed accoglienza reciproca, che vuole scalfire la tentazione dell’egoismo e dell’individualismo.

Tutti sono sollecitati a farsi carico di questo clima, in proporzione alle proprie capacità: preparare le escursioni, animare una festa, vivacizzare una serata. Questi momenti necessitano del concorso e della partecipazione di tutti. È il come si sta insieme, che rende bello, gioioso e proficuo il periodo passato nella casa. Nella logica del clima di accoglienza e fratellanza, le camere saranno attribuite alle famiglie in base alle disponibilità ed alla capienza della struttura.

anspi

Essendo questa casa affiliata all’ Associazione dei circoli/oratori A.N.S.P.I., è fatto obbligo, per chiunque vi soggiorni, di essere tesserati.

Nel corso degli anni, tutte le migliorie e le manutenzioni della casa sono state effettuate grazie al buon operato dei volontari di San Mauro e Fiumicino.

La struttura, durante le settimane organizzate per le famiglie e per i campeggi dei ragazzi, si avvale delle tante persone che decidono di dedicare il loro tempo alla preparazione dei pasti e della gestione della casa, senza ricevere alcun tipo di salario, in maniera spontanea e gratuita. Quando la casa viene lasciata in autogestione ad altre parrocchie, questo tipo di servizio viene lasciato in completa gestione a loro.